Risotto al radicchio rosso di Treviso tardivo e gorgonzola dolce

Risotto radicchio e gorgonzola-14

Primavera, tempo di cambio di stagione. Sia nei nostri armadi, in cui i maglioni di lana lasciano un po’ di posto a t-shirt e cardigan di cotone, sia nei banchi dei mercati ortofrutticoli, in cui gli asparagi selvatici si affiancano alle ultime scorte di rape, broccoli e topinambur, di cui spero abbiate fatto abbondanti scorpacciate nei mesi scorsi, perché dopo marzo e fino al prossimo inverno… astinenza!

Proprio con gli asparagi selvatici, la scorsa settimana ho realizzato delle gustosissime lasagne. Era domenica e si sa, la domenica è il giorno perfetto per le lasagne, nell’aria si respirava già il profumo di primavera e anche a tavola bisognava celebrarne l’imminente arrivo.

Nel mese di marzo, però, oltre ai neoarrivati asparagi, si può ancora trovare una varietà di cicoria veneta tipicamente invernale, la cui raccolta comincia a novembre e si protrae fino agli ultimi giorni della stagione invernale. Molti di voi avranno già intuito che sto parlando del pregiatissimo Radicchio rosso di Treviso tardivo, una varietà che si differenzia dalle altre per le splendide foglie lunghe e affusolate, le coste bianchissime che risaltano ancora di più l’intenso rosso rubino delle foglie, la consistenza croccante e il sapore delicatamente amarognolo. Il radicchio rosso di Treviso tardivo, oltre a essere bello da vedersi e buono da mangiare, risulta particolarmente ricco di vitamine (del gruppo B, vitamina C e K), sali minerali (potassio, fosforo e calcio) e fibra, il tutto a fronte di un bassissimo contenuto calorico (solo 13 kcal/100 gr), e ben si presta a numerosissime gustose ricette di stagione. Io, oggi che fuori è freddo e quasi piove da non sembrare poi mica tanto un giorno di primavera, ho deciso di unirlo al gorgonzola dolce e di preparare un risotto, tanto buono quanto semplice da realizzare.

Gli ingredienti necessari per 4 persone sono questi:

  • 350-400 grammi di riso carnaroli
  • 100 grammi di gorgonzola dolce DOP
  • 1 cespo di radicchio rosso di Treviso tardivo
  • 1/2 porro
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • olio extra-vergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Ingredienti alla mano, per preparare il risotto con radicchio rosso di Treviso tardivo e gorgonzola si procede così…

Per prima cosa lavate e tagliate finemente mezzo porro per poi farlo appassire (a fiamma bassa) in una padella insieme a un filo di olio extravergine di oliva. Nel frattempo lavate e tagliate grossolanamente il radicchio e tenetelo da parte. Quando il porro si sarà imbiondito, aggiungete il riso e lasciatelo tostare per un paio di minuti, quindi sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco. Quando il vino sarà evaporato cominciate ad aggiungere il brodo un po’ per volta, avendo cura di mescolare ogni tanto. Continuate ad aggiungere il brodo man mano che questo viene assorbito dal riso. A circa 5 minuti dalla fine cottura aggiungete il radicchio e mescolate il vostro risotto, aggiungendo altro brodo se necessario. A fine cottura, mantecate con i pezzettini di gorgonzola dolce. Aggiungete infine un pizzico di pepe e servite il risotto ancora caldo e fumante.

Recupero un maglione di lana dai piani alti dell’armadio e gusto il mio risotto in attesa che fuori ritorni la primavera.

Pizzoccheri6

Risotto radicchio e gorgonzola-12

Risotto radicchio e gorgonzola-7

Risotto radicchio e gorgonzola-8

Risotto radicchio e gorgonzola-10

Risotto radicchio e gorgonzola-6

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fotoricette di stagione (e spesso di tradizione) e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...