Le lasagne di Giovanna© (asparagi selvatici e gamberetti)

Immagine

Metti una sera quattro amici a cena. Maurizio, ingegnere con la passione per la bicicletta, porta gli asparagi che ha personalmente raccolto nelle campagne umbre. Giovanna, educatrice dal sangue calabro – per cui buona cuoca per discendenza – decide di unire gli asparagi di Maurizio con i gamberetti e la besciamella per realizzare una lasagna. Io e il mio coinquilino, buongustai, mangiamo.

Le lasagne che Giovanna prepara quella sera a cena, sono così buone che le chiedo immediatamente la ricetta, così da provare a rifarle a casa mia, non appena avessi avuto un po’ di tempo a disposizione. E il tempo ce l’ho avuto oggi che è domenica, il giorno ideale per la lasagna.

Per gli asparagi di bosco, mi sono recata al mercato coperto di Perugia, a due minuti di cammino dalla nuova casa in cui mi sono trasferita. Dal fruttivendolo da cui li ho acquistati non vi erano cartellini a garantire l’origine selvatica degli asparagi – come quelli che campeggiano nei reparti ortofrutticoli dei supermercati – ma le mani segnate dagli anni di lavoro nei campi, mostratemi dal signore anziano che li aveva raccolti e che me li stava vendendo. A mio parere molto più rassicuranti dei cartellini. I gamberetti, invece, li ho presi qualche banco più in là, da un gentilissimo pescivendolo che me li ha pure puliti. Per la sfoglia, rigorosamente fresca, sono andata da un pastificio artigianale, ripromettendomi che un giorno, se mai dovessi acquisire la capacità di non arrivare il fine settimana con tre lavatrici da fare, montagne di panni da stirare e tutta casa da sistemare, avrei provato a farla da sola. La besciamella, che richiede pochissimo tempo, quella si, l’ho fatta da me, con burro, latte, farina e noce moscata, che non mancano mai (o quasi) a casa.

Per 3 persone (2 pezzi a testa) o 4 quattro persone (se mangiate meno), procuratevi gli ingredienti di cui sopra nelle seguenti quantità:

  • 50 g di burro
  • 50 g di farina
  • 1/2 l di latte
  • 300 g di asparagi di bosco
  • 300 grammi di gamberetti sgusciati
  • 250 g di lasagne
  • Olio evo
  • Un pizzico di sale
  • Noce moscata

Con tutti gli ingredienti necessari a disposizione, per Le lasagne di Giovanna© asparagi e gamberetti, si procede così…

Per prima cosa lavate e pulite gli asparagi, tagliandoli a pezzettini di circa un centimetro ed eliminando i gambi più coriacei. Sbollentateli in acqua per un paio di minuti, scolateli e ripassateli in padella con un filo d’olio evo e un pizzico di sale, per altri cinque minuti.
Successivamente sciacquate i gamberetti già sgusciati sotto l’acqua corrente e saltateli per pochi minuti in padella, con olio evo, un pizzico di sale e un po’ di vino bianco. Una volta pronti, uniteli agli asparagi e teneteli da parte.

Proseguite portando a bollore una pentola di acqua salata. Aggiungete un filo d’olio all’acqua e immergetevi tre sfoglie (lasagne) alla volta (non di più per evitare che si attacchino). Fate cuocere la sfoglia per un paio di minuti, successivamente scolate e immergete per pochi secondi in una bacinella con acqua fredda per bloccare la cottura. Infine stendete la sfoglia su di un canovaccio pulito ad asciugare.

A questo punto preparate la besciamella: sciogliete 50 grammi di burro in un pentolino a fiamma moderata e aggiungete 50 grammi di farina, mescolando accuratamente con un cucchiaio di legno. Lasciare cuocere il composto ottenuto – che i francesi chiamano roux – per un paio di minuti, senza smettere di mescolare, e poi aggiungete mezzo litro di latte freddo. Portate a ebollizione mescolando continuamente, in modo da evitare la formazione di grumi. Quando il composto comincia a bollire, aggiungete un pizzico di sale, abbassate la fiamma e cuocete per altri 15 minuti, mescolando di tanto in tanto per evitare che la besciamella, addensandosi, si attacchi al fondo.  A cottura ultimata aromatizzate con una spolverata di noce moscata.

Quando tutti gli ingredienti sono pronti, su di una teglia rettangolare stendete uno primo strato di besciamella e cominciate a comporre la vostra lasagna alternando uno strato di sfoglia a uno di besciamella, gamberetti e asparagi. Sull’ultimo strato stendete solamente la besciamella, 4 riccioli di burro e una spolverata di parmigiano.

Infornate a 180° per 20 minuti (gli ultimi cinque minuti con grill per dorare la superficie). Prima di servire, lasciate raffreddare le lasagne per almeno 5 minuti.

Se una rondine non fa primavera, gli asparagi, che a marzo segnano il cambio di stagione nei campi, si. Quindi buon appetito e buon inizio di primavera!

Immagine

Immagine

ImmagineImmagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fotoricette di stagione (e spesso di tradizione) e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...